top of page

Il viaggio di Nafis verso una nuova vita


Illustrazione di Sarà Panicci


Nafis e i Corridoi colorati è un grande viaggio. Nafis è un ragazzo giovane, magro, occhi verdi e spettinato che si ribella al consumismo, ai pregiudizi, ai luoghi comuni, e ai comportamenti negativi dell’uomo verso l’ambiente e gli animali. Siamo nel XXI secolo, in piena Pandemia e nel mezzo della IV rivoluzione tecnologica, conflitti e migrazioni da guerre e cambiamenti climatici. Nafis apre gli occhi e inizia un cammino di ricerca e ribellione con amici che come lui non ci stanno a vedere aggredito il proprio ambiente da uomini e governanti privi di scrupoli. -La natura e gli animali sono i veri protagonisti del libro-. Non esistono soluzioni definitive al problema della catastrofe climatica, e a ciò che comporta: migrazioni climatiche, povertà, distruzione di specie animali e sofferenze. Offre Risposte in grado di cambiare le nostre vite e il nostro ambiente, che partono dal cambiamento personale fino ad arrivare ad una totale transizione ecologica. Vive con i suoi genitori in una fumosa città del Sud Europa, e di fronte ad una crisi esistenziale determinata dalla decadenza che vive, decide di abbandonarla per immergersi nella natura e a prendere delle decisioni risolutive. Il viaggio parte dai suoi boschi, dove torna a vivere ospite della nonna, trampolino per le sue escursioni e riflessioni, per approdare ad una crescita interiore, trasformazione, analisi e soluzioni. Studia e contempla gli incredibili messaggi della natura, instaura un rapporto privilegiato con gli animali. Nafis sogna i corridoi colorati che gli offrono vie d’uscita, e nei suoi boschi si confronta con i suoi nuovi amici con dialoghi profondi ed esilaranti su temi come la salute, i sentimenti, le emozioni, il modo di vivere, di consumare beni, sull’ambiente e il benessere personale, camminando e praticando esercizi di respirazione e contemplazione della natura… praticano il bagno nei boschi. Il suo viaggio riesce ad essere un grande manuale teorico-pratico di sopravvivenza, nella difficile realtà attuale. E’ Un manifesto di cambiamento e di crescita personale e collettiva per combattere la più grande crisi di valori della storia. A chi è indirizzato questo libro? A tutte e tutti coloro che vogliono dotarsi di coordinate chiare, per tornare ad una qualità della vita naturale e migliore, decodificando i tantissimi errati input culturali, in un dibattito ricco di disinformazione, come è quello sul tema ambientale. A chi vuole mettersi in gioco per migliorarsi e per vincere una partita impari contro i signori del carbone e della distruzione.

-C'è chi combatte con le spade e chi usa le parole come armi. Le parole sono potenti, nel bene e nel male, smuovono idee, emozioni e masse. Nafis è un guerriero di parole, combatte le ingiustizie e le brutture del mondo con l'amore, l'esempio e con i suoi discorsi pieni di passione, che toccano nel profondo, fino a risvegliare coscienze addormentate. Lo fa con calma, pazienza e rispetto, ma mettendo in esse tutta la forza del suo animo e del suo amore. -Esiste un filo sottile che unisce tutte le cose, anche quelle che sembra non c'entrino niente l'una con l'altra. Riuscire a seguire quel filo è come accendere una lampadina nella comprensione degli eventi. Ebbene, Nafis ha trovato il capo di quel filo, e con caparbietà, coraggio e perseveranza, riesce piano piano a districare la matassa e a fare luce sui problemi della Terra e sulle possibili soluzioni per liberare questo mondo dal grigio che lo attanaglia. Anna Vannucchi - Naturalista - Editing e Prefazione illustrazioni da Sara Panicci Parte dei ricavi del libro va in aiuto all’ass.ne sita in Toscana, di tutela cavalli maltrattati "IHP - Italian Horse Protection”

ed entra nel viaggio


L'autore

6 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page